29 settembre 2017

A Magny Cours per il penultimo round del Campionato Europeo Superstock 1000

Reduce da una gara difficile a Portimão (Portogallo) nonostante la consueta competitività mostrata in prova ed in qualifica, l’Aruba.it Racing - Junior Team è pronto a riscattarsi a Magny Cours, teatro del penultimo round del Campionato Europeo Superstock 1000.

Il tracciato francese, contraddistinto da una configurazione varia con alcuni tratti “stop & go” ed altri più scorrevoli, è stato spesso teatro di gare rocambolesche anche a causa del meteo estremamente mutevole. Sia Michael Ruben Rinaldi che Mike Jones, in ogni caso, sono determinati a disputare una prova all’attacco e mettere in carniere più punti possibili in vista del gran finale.

A due gare dalla fine, Rinaldi e Jones sono rispettivamente primo (122 punti) e quinto (62 punti) in campionato. L’ Aruba.it Racing - Junior Team tornerà in pista il 29 settembre alle ore 09:00 locali (CET) per la prima sessione di prove.
 
Michael Ruben Rinaldi - (Aruba.it Racing - Junior Team #12)
“Portimão purtroppo non ci ha dato i risultati sperati ma siamo ancora primi in classifica e, nell’arco di un’intera stagione, bisogna mettere in conto qualche difficoltà. Abbiamo analizzato nel dettaglio i dati con il team, e fatto un piano di lavoro per Magny Cours con l’obiettivo di partire con il piede giusto e sfruttare al meglio il nostro potenziale. Io mi sento bene e sono pronto a lavorare sodo come sempre. Molto probabilmente pioverà, quindi restano delle incognite, ma a prescindere dal meteo vogliamo metterci subito alle spalle le difficoltà recenti e tornare ai nostri livelli portando a casa un bel risultato”.
Mike Jones -(Aruba.it Racing - Junior Team #57)
“Non vedo l’ora che inizi il prossimo round. Non ho mai corso a Magny Cours ma, visto che è passato poco tempo dall’ultima gara, dovrebbe essere più facile adattarsi. Stiamo attraversando un momento positivo, abbiamo disputato due ottimi round e voglio continuare su questa strada anche se non sarà facile. La squadra sta lavorando bene, ed io mi sento sempre più a mio agio sulla moto. L’obiettivo minimo è quello di finire la stagione tra i primi cinque. Ma voglio anche tornare sul podio. Le previsioni meteo indicano condizioni mutevoli, quindi spero solo di poterle sfruttare a nostro favore. Darò il 100% e vedremo cosa succederà”.