13 settembre 2017

In pista a Portimão per la terzultima gara del Campionato Europeo Superstock 1000

L’ Aruba.it Racing - Junior Team, reduce dalla sua prima doppietta stagionale all’EuroSpeedway Lausitz (Germania) con Michael Ruben Rinaldi primo e Mike Jones secondo, è pronto a tornare in pista nel Campionato Europeo Superstock 1000 a Portimão (Portogallo), che ospiterà la terzultima gara della stagione.

L’iconico tracciato portoghese, che torna in calendario dopo un anno di assenza, ha visto Rinaldi chiudere al secondo posto nel 2015 nella categoria Superstock 600, mentre Jones vi ha disputato una wild-card nella medesima classe nel 2012, chiudendo al sedicesimo posto.

A tre gare dalla fine, Rinaldi e Jones sono rispettivamente primo (115 punti) e sesto (49 punti) in campionato. L’ Aruba.it Racing - Junior Team tornerà in pista venerdì 15 settembre alle 09:00 locali (CET -1) per la prima sessione di prove libere.

 
Michael Ruben Rinaldi - (Aruba.it Racing - Junior Team #12)
“Portimão è una pista che mi piace: ha un layout particolare, è piena di saliscendi e in alcuni tratti serve davvero del ‘pelo’. Purtroppo l’asfalto non è in perfette condizioni, quindi bisogna prestare molta attenzione. In ogni caso, mi sono sempre trovato bene in Portogallo. Abbiamo fatto dei test lì ma ad inizio stagione, non mi aspetto che i riscontri di allora determinino le prestazioni nel weekend di gara, ma comunque eravamo stati veloci. In Germania abbiamo incrementato il nostro vantaggio ma dovremo semplicemente stare concentrati e portare a casa il miglior risultato possibile, senza fare troppi calcoli. Poi, a fine weekend, tireremo le somme”.
Mike Jones -  (Aruba.it Racing - Junior Team #57)
“Sono molto fiducioso dopo la bella prestazione nello scorso round, concluso con il nostro primo podio stagionale. Vogliamo continuare su questa rotta a Portimão. Lì abbiamo fatto dei test molto positivi ad inizio anno e, come ho detto più volte, i cambiamenti che ho fatto al mio stile di guida dovrebbero consentirci di correre al vertice anche in Portogallo. È una pista davvero difficile, ti mette alla prova e devi dare il meglio di te sia per essere veloce che costante. Mi piace, vi ho già girato in passato e penso che ciò mi possa aiutare. L’asfalto è un po’ più rovinato ora, ma almeno la conosco. Sarà un weekend entusiasmante”.