20 marzo 2015

Davies chiude in terza posizione il primo giorno a Buriram. Bayliss è settimo.

 Buriram (Tailandia), venerdì 20 marzo 2015 – Il primo evento Superbike in assoluto a svolgersi in Tailandia ha preso il via questa mattina al Chang International Circuit, situato nella provincia di Buriram. 
 
L’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team, in pista con Chaz Davies e Troy Bayliss, ha partecipato alle prime due sessioni di prove cronometrate, disputatesi con temperature molto alte (aria 36°C, asfalto 57°C).
 
Nella mattina sia Chaz che Troy hanno cominciato a prendere confidenza con questo nuovo tracciato nel corso delle prime prove, sfruttando una sessione più lunga del solito, estesa a 75 minuti per dare a tutti i piloti la possibilità di conoscere meglio la pista.
Chaz è stato subito veloce fin dalla prima uscita, facendo registrare un crono di 1’36.054 nei primi minuti della prima sessione. Il pilota gallese è stato vittima di una piccola scivolata alla curva 3, senza conseguenze, a 30 minuti dalla fine. Questo inconveniente non gli ha impedito di continuare le prove ed alla fine della sessione, grazie al giro veloce fatto segnare nella fase iniziale del turno, ha chiuso in quarta posizione. Troy, apportando delle piccole modifiche alla sua Panigale R durante le prove, ha potuto compiere  dei buoni progressi. Lavorando passo dopo passo con i suoi tecnici sulla messa a punto della sua moto, si è migliorato molto negli ultimi minuti, per chiudere con un miglior tempo di 1’36.909 che lo  ha posizionato al quattordicesimo posto.
 
Nella seconda sessione di prove cronometrate, svoltasi su di un asfalto decisamente più caldo rispetto alla mattina, sia Chaz che Troy hanno abbassato quasi subito i loro tempi sul giro. Chaz ha fatto registrare un crono di 1’35.642, sempre a inizio sessione, ma è riuscito a migliorarsi ulteriormente nell’ultima fase, per chiudere al terzo posto grazie ad un giro in 1’35.288. Troy, continuando a lavorare con il proprio team durante il pomeriggio, ha migliorato il suo tempo di 1.3 secondi per chiudere in settima posizione finale con il tempo di 1’35.690.
 
Domani le Superbike torneranno in pista per l’ultima sessione di prove cronometrate, le prove libere e le due sessioni di Superpole.
 

Dichiarazioni dopo le sessioni di oggi:

Chaz Davies - (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7) – 3° (1’35.288)
““Non sono particolarmente felice, perché mi sembra di non riuscire ancora a far scorrere la moto come vorrei. Funziona bene in alcuni settori ma poi in altri, soprattutto per quanto riguarda l’anteriore, mi piacerebbe trovare un feeling migliore. Al momento non capisco esattamente quale sia il limite dell’anteriore. E’ positivo essere fra i primi ovviamente, ma preferirei stare lì con il feeling giusto. Sono incorso in una piccola scivolata stamattina – ho frenato un po’ tardi e penso di aver messo le ruote su un punto della pista un poco sporco - ma comunque, non mi sono fatto male e la moto non si è danneggiata molto…””
Troy Bayliss - (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #21) – 7° (1’35.690)
“Abbiamo avuto qualche piccolo problema stamattina e ci è voluto un poco di tempo per trovare la strada giusta. Il feeling che avevo nella prima sessione non era male ma non era quello che io avrei voluto. Sapevo che sarebbe stato possibile fare di più oggi pomeriggio, utilizzando la gomma più morbida, ed è stato proprio così e sono stato subito più veloce. Poi, a metà sessione, abbiamo fatto una modifica che anche in passato ci aveva aiutato, ed ha funzionato ancora, permettendomi di fare una serie di giri veloci, il migliore dei quali è stato con una gomma che aveva già percorso 13 giri. Quindi ora sono molto contento e quando sono sceso dalla moto ho provato le stesse sensazioni che avevo sette anni fa.”